Relazioni con il tessuto industriale


Il fatto che la Regia Scuola avesse tra i suoi obiettivi anche la creazione di relazioni con il tessuto industriale è testimoniato da queste parole della Relazione di Riboty:
“... i nostri Allievi Ingegneri Navali e Meccanici riceveranno nella Scuola un’istruzione tecnica, per quanto riguarda la costruzione delle macchine, pari a quella degl’Ingegneri Industriali, e di conseguenza potranno essere addetti alla direzione di qualsiasi Stabilimento industriale, poiché saranno forniti di sufficienti cognizioni pratiche da poter ben disimpegnare qualunque incarico industriale venisse ad essi affidato”
Un legame naturale è quello con la Ansaldo che, fondata alla metà dell’Ottocento, stava divenendo in quegli anni una delle realtà principali della Liguria e del Paese, in quanto dagli anni Ottanta in poi un buon numero di laureati veniva impiegato presso la ditta genovese.

Come esempio di collaborazione, la relazione ci informa che “La ditta Ansaldo ha fornito alla Scuola uno stupendo modello di macchina capace di sviluppare da 80 a 100 cavalli. Questo modello è la riduzione in scala minore di una grande macchina marina, che potrebbe sviluppare non meno di 2000 cavalli indicati.”