The Royal Society of London

Una delle prime accademie scientifiche intese in senso moderno fu la Royal Society di Londra, sorta in una Inghilterra aperta ad accogliere e sviluppare liberamente le innovazioni scientifiche più avanzate.
Si costituì per iniziativa di alcuni scienziati e intellettuali tra cui Robert Boyle, Robert Hooke, John Wallis, John Wilkins, oltre all'architetto Sir Christopher Wren (progettista dell'Osservatorio di Greenwich), che si riunirono spontaneamente per discutere e condividere i risultati delle loro attività.
Il benestare di Carlo II nel 1661 determinò la denominazione di Royal Society of London, senza che questo comportasse però un sostegno economico da parte della monarchia (a differenza dell'Académie Royale des Sciences): l'istituzione infatti si caratterizzò sempre per la sua autonomia.
All'atto della nascita, lo statuto prevedeva tra gli scopi principali quello di risolvere il problema della longitudine. A questo proposito, Hooke si dedicò alla costruzione di orologi basati su molla e bilanciere, che fossero in grado di misurare il tempo anche in mare, entrando per questo in competizione con Huygens. Tuttavia giunse alla conclusione, successivamente smentita da Harrison, che la realizzazione di un tale strumento fosse impossibile.
Royal Observatory LondonGli scienziati della Royal Society diedero un contributo fondamentale alla costruzione nel 1675 dell'Osservatorio Reale di Greenwich, luogo destinato a diventare in tutto il mondo sinonimo di longitudine.

 

 

 

La Flamsteed House a Greenwich.
La red time-ball, installata nel 1883, quando si solleva segna le ore 13,00 GMT.

 

 

 

 

Temi

John Flamsteed e l'Osservatorio Reale di Greenwich

Il 4 marzo 1675 re Carlo II designò John Flamsteed capo dell'Osservatorio Reale (che all'epoca aveva sede presso la Torre di Londra), istituendo così la figura di astronomo reale ... Leggi

John Harrison e l'invenzione dell'orologio marino

Dalla fine del Seicento, con l'intensificarsi dei traffici marittimi aumentarono di conseguenza anche gli incidenti dovuti all'incapacità di stabilire con precisione la propria posizione ... Leggi